INTERVISTA A DANILO GRECO CAMPIONE EUROPEO JUNIOR -55KG

 

Atleta: Danilo Greco

Nato a: Torino

Specialità: Kumite (combattimento)

Peso: -55kg

Titolo: Campione Europeo Juniores 2017

Regione: Piemonte

Società di Appartenenza: T.K.T.

Maestro: Talarico Gennaro


KM.IT: «Ci racconti in sintesi la tua storia?»

Danilo: «Ho iniziato a praticare questo sport quando abitavo a Vittoria in Sicilia all’età di 5 anni per gioco nella palestra CSKS del maestro Santo Torre. Ho perso mio padre all’ età di 5 anni e ci siamo trasferiti a Torino nella palestra consigliata dal maestro Torre ovvero la palestra del mio attuale maestro Talarico. All’età di 10 anni ho praticato contemporaneamente Karate e calcio giocando alla Juventus (pulcini). A 12 anni vinsi il mio primo titolo italiano Esordiente A e presi la decisione di smettere di portare avanti entrambi gli sport e di dedicarmi solo al Karate…scelta che mi ha portato oggi a vincere questo titolo europeo compresi altri titoli italiani e internazionali…»


KM.IT: «La cosa più importante per essere competitivi nel kumite?».

Danilo: «la testa ancora prima delle qualità tecniche».


KM.IT: «Qual è la cosa più difficile e divertente nelle competizioni?»

Danilo: «Divertente la trasferta con i miei amici di palestra e difficile il prepararla».


KM.IT: «Come sei quando vai a competere?».

Danilo: «Sono un ragazzo tranquillo e concentrato e cerco di non sottovalutare nessun tipo di competizione».


KM.IT: «Costa un sacco di fatica per mantenere un buon livello. Cosa ti spinge?»

Danilo: «Si, fatica e denaro direi; mi spinge la voglia di migliorarmi e mi piace farlo per me stesso e per nessun altro.»


KM.IT: «Quale e il tuo più grande avversario?»

Danilo: «Luca Spitz svizzera, l’avversario che ho sempre cercato di battere ma non ci sono mai riuscito fino adesso».


KM.IT: «Come ti concentri prima della gara?»

Danilo: «ascoltando Musica mi piacciono molto le canzoni che gasano… prima di ogni gara ascolto i “The script” hall of fame, breakeven, superheroes»


KM.IT: «Hai scaramanzie particolari?»

Danilo: «Gli slip (le mutande), faccio attenzione a sceglierle prima delle gare, ne ho 3 preferite. Quelle boxer con cui ho vinto il titoli Italiano, quelle con cui ho vinto il campionato Europeo e altre gare internazionali e quelle che uso per il resto delle gara»


KM.IT: «Quali sono le tue aspirazioni per il futuro?»

Danilo: «Entrare in un gruppo sportivo e fare della mia passione un lavoro. Tokyo 2020»


KM.IT: «Ci racconti qualche curiosità sulla tua vita privata?»

Danilo: «Frequento l’istituto tecnico per geometra Guarino Guarini, frequentato anche dal mio maestro Talarico Sono single dal 13 febbraio, non ho animali, mi piacerebbe avere un cagnolino piccolo, la mia seconda passione è il calcio, mia sorella è stata campionessa italiana di Karate, ha partecipato anche ad un campionato europeo U21 a Lisbona 2014, mia Madre invece è una donna che ammiro molto per tutti sacrifici che fa da sola per me e mia sorella»